EGMO Countries – Ukraine

  English version below / Vai alla versione italiana

Ukraine team in 2012

We continue our journey through EGMO countries and this time, after the two “newcomers” Germany and Austria, we get to know Ukraine, part of EGMO from the very first edition in 2012 and future host of the competition in 2019. Even more, ukrainian girls won 9 gold medals in the first six editions and their team placed first in 2014 in Antalya and 2015 in Minsk. So we wanted to see if there was something we could learn on this country and its Olympic program, and Andrii Anikushyn and Yuliia Kravchenko (Team Leader and Deputy) were extremely kind and answered our questions.

1. Can you give us a brief introduction to how the Ukrainian training and selection system for international competitions (and for EGMO in particular) works?

Yuliia and Andrii: In order to get to the Ukrainian team on IMO, one has to get through 4 stages of national olympiad: in-school, in-city, regional and national. Then 12-15 best students have a chance to get to IMO team. To do that, they have to show good results during 4 days of exams, each is similar in style to the one on IMO. This procedure requires a lot of time, and so the team is formed only in May, that is too late for other international competitions that are held in the beginning of the year. Because of that, another selection is conducted in fall, where anyone can take part. There, 4 girls with the best result get a chance to represent Ukraine on EGMO, and 6 best students are chosen to be on Ukrainian team for RMM. Also participants of fall selection that show good results have a chance to attend lectures that help them prepare for international competitions.

In addition, a lot of other fun math events happen throughout the year, such as summer camps, team competitions called ‘matbij’ (mathematical fights), math olympiads for 4-6th graders and many many other. These events not only serve as a good training, but also keep students interested in maths from a very young age.

In general, training for international competition, as well as the rest of education, mostly takes place on a school level. That is why usually we have students for international competitions from a very limited number of places. In Ukraine we have the most “powerful” schools (due to amazing teachers, which are working there) in Kharkiv, Kyiv, Lviv, Odesa. For example, last year EGMO team included 2 students from Kharkiv and 2 from Kyiv, and this year team consists of 3 contestants from Kyiv and one from Kharkiv.

Worth mentioning would be also the fact that almost all Ukrainian contestants at international competitions (usually we have students from 10th or 11th grade in our teams) begin to train from 5th grade (here “train” means to have additional classes in math, to solve non-standard problems and to have much more math than usual students of their age). So they have 5-6 year-long way to the top: participation in international competitions.

Ukraine team in 2013

2. How severe do you believe the “gender gap” in maths competition in Ukraine to be, in particular compared to other European countries? More specifically, for Yuliia, did you feel any sort of “obstacles” to overcome in your past as a contestant for being a woman?

Yuliia: I haven't looked at the statistics from other countries, but here are the numbers from last year National olympiad: there were 136 male and 32 female students from 8th to 11th grade, among them 70 male and 12 female became winners. 3 of them made it to the list of 15 students that tried to get to IMO. Unfortunately for them, they didn't make it to the best 6. Ukrainian team usually has 1-2 female representatives on IMO. In 2015 half of the team was female, 2 of the girls brought home silver medal, and one gold medal. (All three of them won gold medals on EGMO that year).

Personally, I haven't had any obstacles as a female contestant. I did have difficulties as a contestant though. But that was just because everyone around me was very smart and hardworking. That made me doubt my abilities to be good at math in the future and I even was considering non STEM major during my senior year in school. Participating in EGMO helped me with gaining my confidence back and, as a result, I became an applied math major.

3. Do you believe this picture in math competitions mirrors a similar situation in schools or higher education?

Yuliia and Andrii: We can claim that during the last 10-15 years number of girls at mathematical and applied mathematical departments has grown considerably. Now in applied math groups we have up to 40-50% of girls and in pure math groups sometimes even more than 50%. And they are successful, as well as boys. Some time ago there were much more boys in mentioned groups, but now we have more or less comparable amount.

4. Though still young, do you find that EGMO had an impact on girls' participation (and results) in the Maths Olympiad in Ukraine?

Andrii: I don't think that EGMO results in the girls' performance or in ratio of male and female contestants in any way in Ukraine. The ultimate goal of every contestant is to get to IMO, so in any math olympiad everyone wants to be good as they possibly can. There is a lot of hard work behind any participant, and so EGMO is a good opportunity for girls to see how they improved over the year, meet a lot of new friends all over the world and see how mathematics has no language barrier.

Yuliia: I am not sure on impact that EGMO might give, however I definitely know that girls want to be chosen for that competition. They discuss these opportunities and also I would mention that EGMO is one of the top 3 (with IMO and RMM) the most well-known and desirable for participation international math competition for Ukrainian students.

Ukraine team in 2014

  Versione italiana a seguire / Back to English

Continuiamo il nostro viaggio attraverso le nazioni che partecipano alle EGMO e questa volta, dopo le esordienti Germania e Austria, arriviamo in Ucraina, parte delle EGMO fin dalla prima edizione nel 2012 e prossima nazione ospitante, nel 2019 a Kiev. Ma c’è altro: le ragazze ucraine hanno vinto 9 medaglie d’oro nelle prime sei edizioni delle EGMO e la squadra si è piazzata al primo posto nel 2014 ad Antalya e nel 2015 a Minsk. Insomma, volevamo scoprire qualcosa da imparare da questa squadra e Andrii Anikushyn e Yuliia Kravchenko (Team Leader e Deputy) sono stati così gentili da rispondere alle nostre domande.

Ukraine team in 2015

1. Potete spiegarci in breve come funziona in Ucraina il sistema di allenamento e selezione per gare internazionali (e in particolare per le EGMO)?

Yuliia e Andrii: Per entrare a far parte della squadra ucraina alle IMO, un concorrente deve superare quattro fasi olimpiche: a livello di scuola, cittadino, regionale e nazionale. A questo punto i migliori 12-15 studenti hanno la possibilità di entrare nella squadra IMO. Per farlo devono ottenere buoni risultati in quattro giorni di prove, ciascuna delle quali è impostata nello stile IMO. Questo processo richiede molto tempo, quindi la squadra viene formata solamente a maggio, quando è troppo tardi per le altre gare internazionali che si tengono nella prima parte dell’anno. Per questo motivo in autunno si tiene un’altra selezione, cui chiunque può prendere parte. In questa le quattro ragazze con i migliori risultati hanno l’opportunità di rappresentare l’Ucraina alle EGMO e i 6 migliori studenti compongono la squadra ucraine per i Romanian Master of Mathematics. Oltre a questo i partecipanti alla selezione autunnale che ottengono buoni risultati hanno la possibilità di prender parte a lezioni di preparazione alle competizioni internazionali.

Oltre a questi, ci sono molti altri divertenti appuntamenti matematici durante tutto l’anno, come scuole estive, gare a squadre dette ‘matbij’ (battaglie matematiche), olimpiadi di matematica per gli scolari tra i 9 e gli 11 anni e molti altri. Questi eventi servono non solo come una buona fonte di allenamento, ma tengono alto l’interesse degli studenti nella matematica fin da una giovane età.

In linea di massima l’allenamento per le competizioni internazionali, così come il resto dell’educazione, avviene a livello delle singole scuole. Questo è il motive per cui gli studenti che partecipano alle gare internazionali arrivano da un numero ristretto di scuole. In Ucraina le scuole più “forti” (grazie ai meravigliosi insegnanti che ci lavorano) sono a Charkiv, Kiev, Leopoli e Odessa. Per fare un esempio, la squadra EGMO dello scorso anno aveva due studentesse da Charkiv e due da Kiev e quella di quest’anno ne ha tre da Kiev e una da Charkiv.

Vale la pena sottolineare che quasi tutti i concorrenti ucraini alle gare internazionali (solitamente abbiamo studenti di 16/17 anni in squadra) iniziano la preparazione quando hanno 10 anni (dove “preparazione” significa avere ore aggiuntive di matematica, affrontare problemi non standard e in generale avere molta più matematica rispetto ai propri coetanei). Quindi hanno un percorso di 5-6 anni per arrivare al massimo livello: la partecipazione alle gare internazionali.

Ukraine team in 2016

2. Quanto pensi sia grave la disuguaglianza di genere nelle gare di matematica in Ucraina, in particolare in confronto alle altre nazioni europee? Più nello specifico, Yuliia, hai mai sentito di dover superare degli “ostacoli” in quanto donna nel tuo passato di concorrente?

Yuliia: Non ho guardato le statistiche per le altre nazioni, ma ho i numeri delle Olimpiadi di Matematica ucraine dello scorso anno: c’erano 136 maschi e 32 femmine, studenti tra i 14 e i 18 anni, tra i quali 70 ragazzi e 12 ragazze hanno vinto una medaglia. Tre delle ragazze sono entrate nella lista dei 15 studenti che si sono giocati un posto alle IMO. Purtroppo, nessuna di loro si è classificata tra i migliori 6. Le squadre dell’Ucraina alle IMO hanno di solito una o due studentesse. Nel 2015 metà della squadra era formata da ragazze: due di loro hanno portato a casa una medaglia d’argento e la terza una medaglia d’oro. (Tutte e tre avevano vinto una medaglia d’oro alle EGMO, quello stesso anno.)

Personalmente non ho mai trovato alcun ostacolo come concorrente donna. Ho però avuto difficoltà in quanto concorrente, ma dovute esclusivamente al fatto che tutti quanti attorno a me erano molto brillanti e si impegnavano a fondo. Questo mi ha spinto a mettere in dubbio la mia possibilità di far bene in matematica in futuro e stavo addirittura considerando di scegliere una materia non STEM come materia caratterizzante nel mio ultimo anno di scuola. Prender parte alle EGMO mi ha aiutato a recuperare un po’ di sicurezza in me stessa e, di conseguenza, ho scelto come indirizzo matematica applicata.

3. Pensate che questa situazione rispecchi quella nelle scuole e nell’istruzione superiore?

Yuliia e Andrii: Possiamo dire che negli ultimi 10-15 anni il numero di ragazze nei dipartimenti di matematica e matematica applicata è aumentato considerevolmente. Oggi nei gruppi di matematica applicata ci sono fino al 40-50% di ragazze e nei gruppi di matematica a volte anche più del 50%. E hanno successo, così come i ragazzi. Qualche tempo fa la popolazione in questi gruppi era decisamente sbilanciata dal lato maschile, ma oggi abbiamo più o meno raggiunto la parità.

4. Per quanto siano ancora nei loro primi anni, pensi che le EGMO abbiano avuto un impatto sulla partecipazione (e sui risultati) delle ragazze nelle Olimpiadi di Matematica in Ucraina?

Andrii: Non penso che le EGMO abbiano alcun impatto nei risultati delle ragazze o nella proporzione tra ragazzi e ragazze nei concorrenti alle Olimpiadi in Ucraina. L’obiettivo di ciascun partecipante è arrivare alle IMO, quindi in ogni gara di matematica ciascuno vuole dare il meglio di sé. Ciascun partecipante ha alle spalle tantissimo lavoro di preparazione e in questo senso le EGMO sono per le ragazze una buona opportunità di valutare quanto sono migliorate nel corso dell’anno, ma anche incontrare nuove amiche da tutto il mondo e vedere che la matematica non ha alcuna barriera linguistica.

Yuliia: Non sono sicura di quale impatto possano avere le EGMO, ma so per certo che le ragazze vogliono essere scelte per andarci. Parlano di queste opportunità e credo sia da sottolineare che le EGMO sono una delle tre competizioni internazionali di matematica (assieme a IMO e RMM) più conosciute e desiderate tra gli studenti ucraini.

Ukraine team in 2017